Testo coordinato del decreto-legge 8

Rivista scientifica di informazione giuridica Reg. Stampa n. ISSN Testo del decreto-legge 8 aprilen. Le disposizioni del presente articolo si applicano, in quanto compatibili, anche alle cessioni di crediti con garanzia di solvenza prestata dal cedente effettuate, dopo la data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, dalle imprese di cui al comma 1 del presente articolo, anche ai sensi della legge 21 febbraion.

Il Decreto Liquidità è Legge: ecco il testo coordinato pubblicato in Gazzetta

I limiti di importo del prestito di cui al comma 2, lettera ce le percentuali di copertura della garanzia di cui al comma 2, lettera dsono riferiti all'importo del corrispettivo pagato al cedente per la cessione dei crediti.

Con decreto di natura non regolamentare del Ministro dell'economia e delle finanze possono essere stabiliti modalita' attuative e operative nonche' ulteriori elementi e requisiti integrativi per l'esecuzione delle operazioni di cui al presente comma.

La procedura e la documentazione necessaria per il rilascio della garanzia ai sensi del presente comma sono ulteriormente specificate dalla SACE S. Dalle garanzie per finanziamenti di cui al presente articolo sono in ogni caso escluse le societa' che controllano direttamente o indirettamente, ai sensi dell'articolo del codice civile, una societa' residente in un Paese o in un territorio non cooperativo a fini fiscali, ovvero che sono controllate, direttamente o indirettamente, ai sensi dell'articolo del codice civile, da una societa' residente in un Paese o in un territorio non cooperativo a fini fiscali.

Per Paesi o territori non cooperativi a fini fiscali si intendono le giurisdizioni individuate nell'allegato I alla lista UE delle giurisdizioni non cooperative a fini fiscali, adottata con conclusioni del Consiglio dell'Unione europea. La condizione di cui al presente comma non si applica se la societa' dimostra che il soggetto non residente svolge un'attivita' economica effettiva, mediante l'impiego di personale, attrezzature, attivi e locali.

Ai fini del presente comma, il contribuente puo' interpellare l'Agenzia delle entrate ai sensi dell'articolo 11, comma 1, lettera bdella legge 27 luglion. Le garanzie di cui ai commi 1 e 1- bis sono rilasciate alle seguenti condizioni:. Tale minor costo deve essere almeno uguale alla differenza tra il costo che sarebbe stato richiesto dal soggetto o dai soggetti eroganti per operazioni con le medesime caratteristiche ma prive della garanzia, come documentato e attestato dal rappresentante legale dei suddetti soggetti eroganti, ed il costo effettivamente applicato all'impresa.

Qualora le suddette imprese abbiano gia' distribuito dividendi o riacquistato azioni al momento della richiesta del finanziamento, l'impegno e' assunto dall'impresa per i dodici mesi successivi alla data della richiesta. Ai fini dell'individuazione del limite di importo garantito indicato dal comma 2, lettera csi fa riferimento al valore del fatturato in Italia e dei costi del personale sostenuti in Italia da parte dell'impresa ovvero su base consolidata qualora l'impresa appartenga ad un gruppo.

L'impresa richiedente e' tenuta a comunicare alla banca finanziatrice tale valore. Ai fini della verifica del suddetto limite, qualora la medesima impresa sia beneficiaria di piu' finanziamenti assistiti dalla garanzia di cui al presente articolo ovvero da altra garanzia pubblicagli importi di detti finanziamenti si cumulano.

Qualora la medesima impresa, ovvero il medesimo gruppo quando la prima e' parte di un gruppo, siano beneficiari di piu' finanziamenti assistiti dalla garanzia di cui al comma 1, gli importi di detti finanziamenti si cumulano. Ai fini dell'individuazione della percentuale di garanzia indicata dal comma 2, lettera dsi fa riferimento al valore su base consolidata del fatturato e dei costi del personale del gruppo, qualora l'impresa beneficiaria sia parte di un gruppo.

Le percentuali indicate al comma 2, lettera d si applicano sull'importo residuo dovuto, in caso di ammortamento progressivo del finanziamento. La garanzia dello Stato e' esplicita, incondizionata, irrevocabile e si estende al rimborso del capitale, al pagamento degli interessi e ad ogni altro onere accessorio, al netto delle commissioni ricevute per le medesime garanzie.

SACE S. Per il rilascio delle garanzie che coprono finanziamenti in favore di imprese con non piu' di dipendenti in Italia e con valore del fatturato fino a 1,5 miliardi di euro, sulla base dei dati risultanti dal bilancio ovvero di dati certificati con riferimento alla data di entrata in vigore del presente decreto se l'impresa non ha approvato il bilancio, si applica la seguente procedura semplificata, come ulteriormente specificata sul piano procedurale e documentale da SACE S.

Qualora l'impresa beneficiaria abbia dipendenti o fatturato superiori alle soglie indicate dal comma 6, il rilascio della garanzia e del corrispondente codice unico e' subordinato altresi' alla decisione assunta con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, sentito il Ministro dello sviluppo economico, adottato sulla base dell'istruttoria trasmessa da SACE S. Con il decreto di cui al comma 7 possono essere elevate le percentuali di cui al comma 2, lettera dfino al limite di percentuale immediatamente superiore a quello ivi previsto, subordinatamente al rispetto di specifici impegni e condizioni in capo all'impresa beneficiaria indicati nella decisione, in relazione alle aree e ai profili di cui al comma 7.

Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, possono essere disciplinate ulteriori modalita' attuative e operative, ed eventuali elementi e requisiti integrativi, per l'esecuzione delle operazioni di cui ai commi da 1 a 9. L'efficacia dei commi da 1 a 9 e' subordinata all'approvazione della Commissione Europea ai sensi dell'articolo del Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea. Fermo restando il limite complessivo massimo di cui al comma 1, con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze puo' essere concessa, in conformita' alla normativa dell'Unione europea, la garanzia dello Stato su esposizioni assunte o da assumere da Cassa depositi e prestiti S.

CDP S. La garanzia e' a prima richiesta, incondizionata, esplicita, irrevocabile, e conforme ai requisiti previsti dalla normativa di vigilanza prudenziale ai fini della migliore mitigazione del rischio.

E' istituito nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze, un fondo a copertura delle garanzie concesse ai sensi dei commi 5 e 13, nonche' di quelle concesse ai sensi dell'articolo 6, comma bis, del decreto-legge 30 settembren. Al relativo onere, pari a 1. Per la gestione del fondo e' autorizzata l'apertura di apposito conto corrente di tesoreria centrale intestato alla SACE S. Fermo restando quanto previsto dal comma bis, qualora la classe di rating attribuita sia inferiore a BBB- i sottoscrittori originari dei prestiti obbligazionari o dei titoli di debito si obbligano a mantenere una quota pari almeno al 30 per cento del valore dell'emissione per l'intera durata della stessa.

Alle garanzie di cui ai commi bis e ter si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni dei commi 2, 3, 4, 8, 9, 10, 11 e Con riferimento al comma 2, lettera bnel caso di emissioni obbligazionarie organizzate da soggetti diversi da banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali o altri soggetti abilitati all'esercizio del credito, l'impresa emittente fornisce alla SACE S.

Con riferimento al comma 9, i sottoscrittori dei prestiti obbligazionari o dei titoli di debito nominano un rappresentante comune che fornisce un rendiconto periodico alla SACE S. Le richieste di nuovi finanziamenti effettuati ai sensi dell'articolo 1 devono essere integrate da una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorieta', ai sensi dell'articolo 47 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembren.

Non appena ricevuta l'autodichiarazione di cui al comma 1, il soggetto al quale e' chiesto il finanziamento la trasmette tempestivamente alla SACE S.Gentile cliente, per migliorare le performance tecniche di Altalex e del Suo profilo personale, la invitiamo a recuperare la password cliccando sul pulsante OK. La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione. Sulla G. I limiti di importo del prestito di cui al c.

Con d. Inoltre, dalle garanzie per finanziamenti di cui al presente art. Ai fini del presente c. Inoltre, il nuoco c. Agli oneri di cui al presente art.

Pubblichiamo il testo del Codice Civile, recante Regio decreto 16 marzon. Scarica l'eBook gratuito contenente il Testo unico delle imposte sui redditi aggiornato con le modifiche apportate da ultimo da Scarica l'eBook gratuito contenente il Testo unico degli enti locali aggiornato con le modifiche apportate da ultimo da Pubblichiamo il testo del Codice Penale, recante Regio Decreto 19 ottobren.

La ringraziamo e le auguriamo una buona navigazione OK.

testo coordinato del decreto-legge 8

Crea subito il tuo profilo e scopri tutti i vantaggi! Inserisci le tue credenziali. Password l'hai dimenticata? Smart workingAvv. Emergenza Coronavirus: conseguenze penali in caso di trasgressione alle regole dettate dal GovernoCons. Iscriviti ad Altalex e resta sempre informato grazie alla newsletter di aggiornamento professionale! Iscriviti ora. Vedi altri avvocati. Inserisci il tuo studio. Decreto su spostamenti e riaperture: la Legge di conversione in Gazzetta. Decreto Giustizia: il testo coordinato pubblicato in Gazzetta.

Codice Tributario Fase 3: il DPCM con le nuove ripartenze. Decreto Rilancio: guida agli incentivi fiscali. Coronavirus, le linee guida delle Regioni per la riapertura. Codici e Ebook Altalex Gratuiti. Scarica subito. Documenti e Altro. Sul Coronavirus leggi gli approfondimenti su Quotidianogiuridico.Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. Il decreto convertito in legge entra in vigore a partire dal 07 giugno Skip to Main Content Area.

Search Accedi Nuovo utente Newsletter. Menu di destra Redazione Comitato Scientifico Contatti. Invia per Email stampa articolo riduci testo ingrandisci testo. Devi essere registrato per poter condividere il contenuto sulla Comunity di Diritto Bancario. Effettua la login o registrati. DB Community. Interventi normativi. Allegati Legge 5 giugno n. Testo coordinato decreto-legge 8 aprile n.

Comments Inserisci un nuovo commento Subject:. Atti Convegni DB. Gli atti dei convegni ed eventi organizzati da Diritto Bancario. Contributi di esponenti del mondo accademico, istituzionale e professione dedicati al mondo degli affari. La normativa bancaria e finanziaria catalogata per aree tematiche.

Massime e sentenze di diritto bancario e dei mercati finanziari. Sei un professionista? Footer menu Angolo della finanza Arbitro bancario finanziario university Biblioteca Video.

Versione web classica. IVA LEGGE 5 giugnon. Il decreto-legge 8 aprilen. Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base degli articoli 17, 49, 53, 62, comma 7, e 70 del decreto-legge 17 marzon. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

Capo I Misure di accesso al credito per le imprese. Articolo 1 -bis Dichiarazione sostitutiva per le richieste di nuovi finanziamenti. Articolo 1 -ter Semplificazione delle procedure di liquidazione degli aiuti alla pesca. Articolo 2 Misure per il sostegno all'esportazione, all'internazionalizzazione e agli investimenti delle imprese. Articolo 4 Sottoscrizione contratti e comunicazioni in modo semplificato. Articolo 4 -ter Obiettivi annuali di gestione di pneumatici fuori uso.

Articolo 5 Differimento dell'entrata in vigore del Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza di cui al decreto legislativo 12 gennaion. Articolo 6 Disposizioni temporanee in materia di riduzione del capitale. Articolo 6 -bis Disposizioni per il sostegno dei settori alberghiero e termale. Articolo 7 Disposizioni temporanee sui principi di redazione del bilancio. Articolo 9 Disposizioni in materia di concordato preventivo e di accordi di ristrutturazione.

Articolo 10 Disposizioni temporanee in materia di ricorsi e richieste per la dichiarazione di fallimento e dello stato di insolvenza. Articolo 11 Sospensione dei termini di scadenza dei titoli di credito. Articolo 12 -bis Rimborso alle imprese per mancata partecipazione a fiere e manifestazioni commerciali internazionali.

testo coordinato del decreto-legge 8

Articolo ter Disposizioni in materia di beni di impresa. Articolo quater Modifica all'articolo 66 del decreto-legge 17 marzon. Articolo 13 Fondo centrale di garanzia PMI. Articolo 14 -bis Proroga del Programma nazionale triennale della pesca e dell'acquacoltura.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "MASSARI-GALILEI"

Articolo 14 -ter Proroga dei termini degli adempimenti tecnici e amministrativi relativi agli impianti a fune in servizio pubblico. Capo III Disposizioni urgenti in materia di esercizio di poteri speciali nei settori di rilevanza strategica. Articolo 15 Modifiche alla disciplina dei poteri speciali cd. Articolo 17 Modifiche alla disciplina degli obblighi di comunicazione delle partecipazioni rilevanti.Avvertenza: Il testo coordinato qui pubblicato e' stato redatto dal Ministero della giustizia ai sensi dell'art.

Restano invariati il valore e l'efficacia degli atti legislativi qui riportati. Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate con caratteri corsivi. Tali modifice sul terminale sono riportate tra i segni A norma dell'art. Disposizioni in materia di recupero di aiuti di Stato innanzi agli organi di giustizia civile 1.

Nei giudizi civili concernenti gli atti e le procedure volti al recupero di aiuti di Stato in esecuzione di una decisione di recupero adottata dalla Commissione europea ai sensi dell'articolo 14 del regolamento CE n. Qualora la sospensione si fondi su motivi attinenti alla illegittimita' della decisione di recupero il giudice provvede alla sospensione del giudizio e all'immediato rinvio pregiudiziale della questione alla Corte di giustizia delle Comunita' europee, con richiesta di trattazione d'urgenza ai sensi dell'articolo ter del regolamento di procedura della Corte di giustizia del 19 giugnopubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita' europee n.

L del 4 luglioe successive modificazioni, se ad essa non sia stata gia' deferita la questione di validita' dell'atto comunitario contestato. Non puo', in ogni caso, essere accolta l'istanza di sospensione dell'atto impugnato per motivi attinenti alla legittimita' della decisione di recupero quando la parte istante, pur avendone facolta' perche' individuata o chiaramente individuabile, non abbia proposto impugnazione avverso la decisione di recupero ai sensi dell'articolo del Trattato istitutivo della Comunita' europea, e successive modificazioni, ovvero quando, avendo proposto l'impugnazione, non abbia richiesto la sospensione della decisione di recupero ai sensi dell'articolo del Trattato medesimo ovvero l'abbia richiesta e la sospensione non sia stata concessa.

Fuori dei casi in cui e' stato disposto il rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia, con il provvedimento che accoglie l'istanza di sospensione, il giudice fissa la data dell'udienza di trattazione nel termine di trenta giorni. La causa e' decisa nei successivi sessanta giorni. Allo scadere del termine di novanta giorni dalla data di emanazione del provvedimento di sospensione, il provvedimento perde efficacia salvo che il giudice, su istanza di parte, riesamini lo stesso e ne disponga la conferma, anche parziale, sulla base dei presupposti di cui ai commi 1 e 2, fissando un termine di efficacia non superiore a sessanta giorni.

testo coordinato del decreto-legge 8

Per quanto non disposto dai commi da 1 a 3 ai giudizi di cui al comma 1, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni degli articoli 22 e 23 della legge 24 novembren. Ai giudizi pendenti alla data di entrata in vigore del presente decreto non si applica il comma 4. Se e' gia' stato concesso il provvedimento di sospensione la causa e' decisa nei termini di cui al comma 3, previa eventuale anticipazione dell'udienza di trattazione gia' fissata.

Il giudice, su istanza di parte, riesamina il provvedimento di sospensione gia' concesso e ne dispone la revoca qualora non ricorrano i presupposti di cui ai commi 1 e 2.

Il presidente di sezione, in ogni grado del procedimento, vigila sul rispetto dei termini di cui al comma 3 e riferisce con relazione trimestrale, rispettivamente, al presidente del tribunale o della Corte d'appello per le determinazioni di competenza. Nei tribunali non divisi in sezioni le funzioni di vigilanza sono svolte direttamente dal Presidente del tribunale. Riferimenti normativi: - Il regolamento CE n.Salta ai contenuti.

Salta alla navigazione. Il testo coordinato qui pubblicato e' stato redatto dal Ministero della giustizia ai sensi dell'art. Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate con caratteri corsivi.

A norma dell'art. Disposizioni in materia di recupero di aiuti di Stato innanzi agli organi di giustizia civile. Nei giudizi civili concernenti gli atti e le procedure volti al recupero di aiuti di Stato in esecuzione di una decisione di recupero adottata dalla Commissione europea ai sensi dell'articolo 14 del regolamento CE n.

Qualora la sospensione si fondi su motivi attinenti alla illegittimita' della decisione di recupero il giudice provvede alla sospensione del giudizio e all'immediato rinvio pregiudiziale della questione alla Corte di giustizia delle Comunita' europee, con richiesta di trattazione d'urgenza ai sensi dell'articolo ter del regolamento di procedura della Corte di giustizia del 19 giugnopubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita' europee n.

L del 4 luglioe successive modificazioni, se ad essa non sia stata gia' deferita la questione di validita' dell'atto comunitario contestato. Non puo', in ogni caso, essere accolta l'istanza di sospensione dell'atto impugnato per motivi attinenti alla legittimita' della decisione di recupero quando la parte istante, pur avendone facolta' perche' individuata o chiaramente individuabile, non abbia proposto impugnazione avverso la decisione di recupero ai sensi dell'articolo del Trattato istitutivo della Comunita' europea, e successive modificazioni, ovvero quando, avendo proposto l'impugnazione, non abbia richiesto la sospensione della decisione di recupero ai sensi dell'articolo del Trattato medesimo ovvero l'abbia richiesta e la sospensione non sia stata concessa.

Fuori dei casi in cui e' stato disposto il rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia, con il provvedimento che accoglie l'istanza di sospensione, il giudice fissa la data dell'udienza di trattazione nel termine di trenta giorni. La causa e' decisa nei successivi sessanta giorni. Allo scadere del termine di novanta giorni dalla data di emanazione del provvedimento di sospensione, il provvedimento perde efficacia salvo che il giudice, su istanza di parte, riesamini lo stesso e ne disponga la conferma, anche parziale, sulla base dei presupposti di cui ai commi 1 e 2, fissando un termine di efficacia non superiore a sessanta giorni.

Per quanto non disposto dai commi da 1 a 3 ai giudizi di cui al comma 1, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni degli articoli 22 e 23 della legge 24 novembren. Ai giudizi pendenti alla data di entrata in vigore del presente decreto non si applica il comma 4.

Se e' gia' stato concesso il provvedimento di sospensione la causa e' decisa nei termini di cui al comma 3, previa eventuale anticipazione dell'udienza di trattazione gia' fissata. Il giudice, su istanza di parte, riesamina il provvedimento di sospensione gia' concesso e ne dispone la revoca qualora non ricorrano i presupposti di cui ai commi 1 e 2. Il presidente di sezione, in ogni grado del procedimento, vigila sul rispetto dei termini di cui al comma 3 e riferisce con relazione trimestrale, rispettivamente, al presidente del tribunale o della Corte d'appello per le determinazioni di competenza.

Nei tribunali non divisi in sezioni le funzioni di vigilanza sono svolte direttamente dal Presidente del tribunale. Disposizioni in materia di recupero di aiuti di Stato innanzi agli organi di giustizia tributaria. Dopo l'articolo 47 del decreto legislativo 31 dicembren.Next time we will seek more experiences away from popular tourist destinations probably some day hikes in national parks and will ask for your advice in arranging that visit.

She was so helpful throughout the process and answered all our questions in a timely manner. I don't have anything negative to say, she was truly spectacular. By far the best travel agent we have ever had. I don't know what we would have done without her. Every hotel outside of the city was fantastic. They just got better and better and the food was outstanding. The accommodations, food and sights we visited were outstanding. The itinerary we were provided exactly fit our needs.

Also, we loved the restaurant selections that had been recommended to us. The drivers, tours, hotels, meals and especial our tour guide Rakel was wonderful.

I was mesmerized by the beauty of your country and the kindness of the Iceland people. Klara Lind put together amazing accommodations. Our map and suggested stops were immaculately prepared. We loved it all. Prior to the trip Klara addressed and customized all details to account for all our needs.

testo coordinato del decreto-legge 8

I could not be any happier. Our tour guide, was outstanding. He was very knowledgeable and interesting, very personable and went out of his way to meet people's interests. He was a great ambassador for Iceland and Icelanders :) He seemed to know every nook and byway of the country, and knew someone in every one. All accommodations were comfortable clean with good bathroom facilities. All breakfasts were generous, did not miss the all English. Out of town locations were excellent. We received a pleasant reception at the airport and informative conversation whilst travelling to first hotel.

We found it embarrassingly easy to communicate in hotels, shops and garages without a single word of the native tongue. The scenery of mountains, waterfalls, glaciers, virtual deserts and lupins was stunning and ever changing. We had the BEST time, and Maria did an all around FABULOUS job.

All the hotels were very nice, clean, comfortable and had lovely views!. I appreciated that all hotels had a tea kettle in the room to make hot water, and nice hair dryers.

We really enjoyed the book that you put together for our trip with suggested sites. It was very helpful. If it only came with a time management button it would be incredible, haha. We totally missed the sights in Inverness because we spent too much time at a castle and then things were closed.

Maybe including hours of sites would be helpful. We did get better as we went. The North Link ferry was so fun.


Yozshugis

thoughts on “Testo coordinato del decreto-legge 8

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *